22 lug, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

04/10/2007 - 60° anniversario dell´Assemblea Regionale Siciliana

Notizie

Presentate le iniziative che nel 60° anniversario dell´Assemblea Regionale Siciliana in una conferenza stampa tenuta a Palazzo Zanca. Gli appuntamenti sono riuniti dal tema: "Il fenomeno dell´indipendentismo a Messina", testimonianze e riscontri nella documentazione dell´epoca (1943-1947).

Prenderà il via sabato 6 ottobre alle ore 17,30 nel Salone degli Specchi della Provincia di Messina, con la presentazione del libro di Salvatore Bottari, "Un difficile dopoguerra. La parabola dell´indipendentismo a Messina (1943-1947)". Il volume ripercorre, sul versante messinese, l´intera parabola del Movimento per l´Indipendenza della Sicilia di cui fu leader Andrea Finocchiaro Aprile. L´autore indaga sulle ragioni del crollo del consenso del fascismo e li individua non solo nei disastri della tragedia bellica ma anche nell´ulteriore stretta totalitaria che caratterizza gli ultimi anni del regime. In Sicilia questa radicalizzazione totalitaria si traduce in provvedimenti, come la legge del gennaio 1940 sulla colonizzazione del latifondo che realizza una frattura tra latifondisti e fascismo, e nel provvedimento del ´41 con cui Mussolini decide il trasferimento dall´isola dei funzionari statali siciliani alienandosi il consenso di ampi settori del ceto medio impiegatizio. Si è inteso operare una ricerca mirata ad indagare il concreto esplicarsi della parabola separatista a Messina e nella sua provincia per osservare il percorso politico dei protagonisti – grandi e piccoli – di quella storia, ma non ricercando fini cronachistici nè tantomeno aneddotici. Al contrario la ricerca sul territorio è servita a rettificare assunti troppo ideologicamente schematici ed a marcare i confini dello spazio pubblico nel tormentato secondo dopoguerra messinese. La vicenda del movimento indipendentista nella Sicilia del dopoguerra ha sullo sfondo il processo di riaggregazione dei tradizionali partiti del prefascismo, ma anche il ruolo che il banditismo (Salvatore Giuliano, Rosario Avila, Salvatore Rizzo) ha nella finale deriva insurrezionale e militarista del separatismo. Il punto di maggior novità del volume è, però, non solo la ricerca di prima mano presso gli Archivi pubblici (Archivio centrale dello Stato; Istituto Gramsci Siciliano) ma soprattutto l´utilizzo di una documentazione reperita in alcuni archivi privati e sino ad oggi non solo inedita ma del tutto ignota, di cui si riproducono anastaticamente numerosi documenti. Le vicende dei maggiori protagonisti della federazione messinese del Movimento per l´Indipendenza della Sicilia (Rosario Cacopardo, Francesco Restuccia, Edoardo Milio Cangemi, Renato Calapso, Anselmo Crisafulli, Gaetano Drago, Gioacchino Salamone) si intrecciano con quelle dei giovani che aderirono alla Lega Giovanile Separatista, spesso con passione ed ansia di riscatto e si confondono nel magma incandescente di una esperienza estremamente articolata e complessa. Al fine di restituire al meglio l´atmosfera del tempo, il libro è corredato da un ricco apparato di immagini fotografiche, così l´Autore e l´Editore hanno concordemente voluto proporre un´opera rigorosa sotto il profilo scientifico ed al contempo fruibile non solo dagli studiosi ma anche da un pubblico più vasto di studenti e di cittadini interessati alla rivisitazione critica della nostra storia recente. Domenica 7 ottobre, alle ore 17,30, al Teatro Vittorio Emanuele si inaugurerà la mostra documentaria, a cura di Salvatore Bottari e Giuseppe Salemi, che dà il titolo all´intera manifestazione. Sarà esposta un´ampia selezione di documenti originali, provenienti dal Fondo Finocchiaro Aprile - conservato all´Istituto Gramsci Siciliano - e da alcuni archivi privati. Si tratta di lettere, carte congressuali, volantini, manifesti, rapporti di polizia, foto e altra documentazione utile a delineare il percorso dell´indipendentismo dal 1943 al 1947. Inoltre, sempre in originale, saranno esposti alcuni giornali dell´epoca: numeri unici, quotidiani e periodici. Alcune immagini fotografiche che corredano la mostra sono state messe a disposizione dall´Archivio Storico del Comune.
La vicenda del Movimento per l´lndipendenza della Sicilia sarà illustrata anche mediante la proiezione di due documentari. Il primo, proveniente dalla Mediateca dell´Archivio Storico dell´Istituto Luce, dura poco più di un minuto ed ha come protagonista Andrea Finocchiaro Aprile impegnato, durante la primavera del 1946, nella campagna elettorale per l´ Assemblea Costituente; il secondo dal titolo "Sicilia 1943-47: gli anni del rifiuto" proviene da RAI Teche. Si tratta di un documentario realizzato per la Rai nel 1978 da Franco Falcone, Fortunato Pasqualino e Luciano Pinelli, per la regia di Filippo De Luigi. La consulenza storica è di Gastone Manacorda, la documentazione di Rosario Mangiameli. Ha come centro i problemi sociali e politici che agitarono il tormentato dopoguerra siciliano. L´Associazione Culturale Daf, sostenuta dai suoi importanti partner, ha fortemente voluto e creduto in questa manifestazione, ritenendola una valida occasione per riflettere sulla Nostra storia recente e contestualmente rendere un giusto tributo al 60° Anniversario della nascita della Regione Siciliana.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa --> approfondisci
.

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information