22 gen, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

30/05/2008 - Abolizione dell'Ici : a pagare sono i siciliani

Notizie

L'abolizione dell' ICI per tutta Italia grava sullo sviluppo delle terre Siciliane. Il governo Berlusconi sottrae alla Sicilia i fondi per la viabilità provinciale e per le opere infrastrutturali, tra cui le metropolitane di Palermo Catania e Messina. I "tagli" rientrano nel piano che porterà, appunto, all'abolizione dell'Ici, più volte promessa dal neo premier Silvio Berlusconi in campagna elettorale, e che ha già portato giorni addietro al "prelievo" dei fondi ex Fintecna, destinati prima al Ponte e poi alle infrastrutture della Sicilia (240 milioni dei quali solo per Messina). Oltre alla cancellazione di infrastrutture strategiche per la Sicilia come la Agrigento-Caltanissetta, sono stati “scippati” alla Sicilia anche i fondi per la viabilità secondaria. 1.050 milioni di euro che sarebbero serviti per ammodernare e rendere più sicure le strade provinciali della nostra regione. Tale decisione rappresenta un gravissimo scippo finanziario ai danni della Sicilia e della Calabria e, in particolare, un inaccettabile blocco dei progetti di manutenzione straordinaria della viabilità minore di queste regioni, per altro già fragilissime e più che bisognose di tali interventi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la privacy policy>/i>.
To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information