20 nov, 2017

MailFacebookrss twitterYoutube

Aree attrezzate dei Peloritani

Articoli vari - I Monti Peloritani

Tra le bellezze e le possibilità che offrono i Monti Peloritani un  posto di rilievo possiamo dare alle diverse aree attrezzate sparse lungo i sentieri e fruibili da chiunque.

Attorno alla Chiesetta montana dedicata alla Madonna di Camaro è stata creata la prima area attrezzata, vicina alla città di Messina, denominata semplicemente Madonnuzza. Il piccolo Santuario, costruito nel 1911 dai fedeli di Camaro, è dedicato a Maria S. S. Addolorata. La terza domenica di settembre è prevista una processione che si conclude alla vecchia colonia dove la Madonna viene accolta da spari di cacciatori, per tale motivo la festa viene chiamata "Festa dei Cacciatori".

Numerosi tavoli possono ospitare fino a 150 persone,  Si può raggiunge sia da una stradella in terra battuta che si snoda lungo il torrente Camaro o della strada dei Colli San Rizzo: all'incrocio delle Quattro Strade prendere la strada che porta al Santuario di Dinnammare ed imboccare poi la strada in terra battuta in corrispondenza della vecchia colonia diroccata; proseguire poi per un paio di chilometri nella leggera discesa. La copertura vegetale formata in prevalenza da castagni, roverella e pini rendendo la zona molto frequentata soprattutto nel periodo estivo. La zona è confinante con la Foresta vecchia di Camaro, un bosco naturale sicuramente il più antico di tutto il complesso montuoso e costituito prevalentemente da querce, castagni e conifere mediterranee.

Una seconda area attrezzata di notevole prestigio è quella di Musolino. Recentemente ristrutturata con l'aggiunta di numerosi tavolini in legno, altalene per i giochi, fontanina con acqua potabile e braceri. Un ampio parcheggio e una fresca vegetazione di castagno, pino e mimosa rende l'area uno dei posti più accoglienti di tutta la catena dei Monti Peloritani. Musolino può ospitare fino a 350 persone ed è indicato per chi non ama i percorsi in terra battuta e preferisce i posti molto frequentati in quanto è adiacente alla strada asfaltata che porta verso Dinnammare.

Per chi preferisce i posti tranquilli, in solitudine in mezzo ai boschi, raggiungibili con tortuose strade in terra battuta, allora l'area attrezzata lungo il sentiero Brignoli è uno dei posti più indicati. Proprio vicino l'area è stata realizzata una carbonaia, con lo scopo di far conoscere le tecniche per la fabbricazione del carbone da legna. Si trova sotto Puntale Bandiera.

L' area attrezzata di Lupo si trova nel bacino della fiumara di Santo Stefano Briga. Circondata da magnifici boschi puri di castagneti, numerosi sono i tavoli in legno, altalene per i giochi, una fontanella con acqua sorgiva e dei punti di cottura. E' facilmente raggiungibile dalla zona Sud della città, imboccando da Santa Margherita la strada per S. Stefano e proseguendo poi lungo il torrente. Ottima per i picnic di primavera in quanto si trova a quota relativamente bassa ed è riparata dai freddi venti di ponente.

Posto Leone si trova nel Demanio Comunale di S. Lucia del Mela. Qui si trova un'area molto accogliente al centro della quale è stata costruita una grande vasca.

Intorno alla vasca, all'ombra di Pini, Castagni e Querce, sono stati costruiti numerosi tavoli con panche in legno, altalene per i bimbi, punti cottura, una fontanella, ed anche servizi igienici. Salire da Est dalla strada che da Roccalumera attraversa l'abitato di Mandanici e si snoda attraverso boschi di querce, leccio e castagni. Tutto il percorso di circa 8 Km è possibile trovare e raccogliere porcini. Al bivio della dorsale dei Peloritani, occorre andare a destra e dopo circa un chilometro di discesa si arriva all'area.

Un'altra area attrezzata dei Peloritani è quella denominata Cavagna. Per arrivarci da S. Teresa Riva imboccare la S.P. 23 per Rimiti, proseguire verso Antillo ed imboccare la stradella per Vernà. Suggestivo il paesaggio composto da querce e castagni. L'area ha pochi tavoli, altalena per i bimbi ed una caratteristica fontanella in legno scolpito che rappresenta un Forestale.  E' possibile dall'area ammirare il versante sud-est del torrente Misitano, nonchè una splendida veduta sull'Etna. Il posto offre anche la possibilità di raccogliere funghi porcini.

Proseguendo sul percorso dell'area attrezzata di Cavagna,  si arriva in un'altra area attrezzata denominata Piano Vernà. Area densamente alberata si trovano tavoli, panche, punti cottura, fontane con acqua sorgente, spazio per giochi di bambini e servizi igienici. L'area ubicata nel Demanio Forestale di Savoca è limitrofa al sentiero Vernà.

Sul versante opposto dei Peloritani si trova l' area di Foleo. Da Barcellona pozzo di Gotto , seguendo le indicazioni per Gala, oppure da Castroreale raggiungendo la frazione di Bafia e prendendo la strada per Mandanici e dopo alcuni chilometri, in prossimità della piccola area di Acquarosa svoltando a sinistra. Composta da pini, castagni, eucalipti, ed acacie l'area è dotata di diversi tavoli e panche in legno, un punto di cottura con vicino un forno utilizzabile ed una fontanella. Annessa all'area c'è un rifugio della forestale ed una cappella dedicata a S. Giovanni Gualberto.

Dalla strada che da Castroreale ci ha portato al bivio di Acquarosa, proseguendo a destra, lungo la strada che conduce a Mandanici tagliando i Peloritani, si arriva all' area attrezzata di Tre Pizzi, caratterizzata dalla presenza di una torretta di avvistamento antincendio, il cui accesso è possibile grazie ad una caratteristica scalinata in pietra. La zona ricettiva è coperta da tettoie in legno sotto le quali sono stati realizzati diversi tavoli con panche, un forno, punti cottura, una fontanella.

Proseguendo oltre l'area di Tre Pizzi, dopo 4 Km, l' area attrezzata di Piano Margi, ubicata a 800 m s.l.m. Al centro della zona  un laghetto collinare circondato da molti tavoli e panche in legno, con diversi punti fuoco, una fontanella , un forno, altalene e travi di equilibrio per bambini. Attorno alla zona viste coltivazioni di nocciole. A Punto Margi  vi è una zona denominata "Castello di Margi". Si tratta di una roccia molto caratteristica e si pensa sia un sito di notevole interesse archeologico.

Le aree attrezzate si pongono come obiettivo primario quello di far conoscere quanto sia importante preservare e rispettare un territorio valorizzato dall’opera dell’uomo e dall’alto valore biologico e paesaggistico. L’area attrezzata Liarusa nel demanio di S.Pier Niceto è stata inaugurata il 28 luglio 2007, sui monti Peloritani, grazie all’ Azienda Regionale Foreste Demaniali di Messina. L’area attrezzata è posta all’inizio del demanio di S. Pier Niceto nei pressi della località Liarusa. Il contesto in cui sorge è costituito da una lussureggiante vegetazione forestale di latifoglie autoctone di roverella e frassino. L’area è inserita nel fondovalle della catena montuosa dei monti Peloritani con le cime di pizzo Poverello, rocca Padiglione e pizzo Prinzi che fanno da contorno ad uno scenario paesistico di grande valore. Dall’area si diparte un sentiero lungo 5,5 Km. che si inoltra nello spettacolare scenario del demanio forestale di S. Pier Niceto.

Molte altre zone potrebbero essere attrezzate per incremetare il flusso di persone che visitano godendo di uno dei beni più importanti che abbiamo. La natura dei Monti Peloritani.

Ti potrebbero interessare....

§ Colli Peloritani

§ Geologia dei Peloritani

§ Dinnammare

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la privacy policy>/i>.
To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information