25 apr, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

Bombolette spray , un pericolo per la tua casa

Notizie

Sembrano innoque e il loro rumore e tanto invitante quando tra le mura di casa vostra vi è l'assalto di mosche, zanzare e blatte. E se gli insetti vi infastidiscono sterminateli pure con una bomboletta spray, ma siate consapevoli dei rischi che correte. Soprattutto in prossimità di fonti di calore.
Isias Vidal Maceda, nel New Jersey, non è stato molto accorto nel ripulire la sua cucina da blatte e zanzare. E ci ha rimesso l’appartamento. Lo spray che stava agitando ha infatti preso inavvertitamente fuoco, causando un’esplosione che ha distrutto l’80% della sua casa e danneggiato parzialmente – soprattutto per effetto del fumo sprigionato - quella dei vicini.
Ma il suo non è un caso isolato.
A Milano nel 1996 una bomboletta di vernice spray lasciata inavvertitamente in un forno per la panificazione ha provocato un’esplosione che ha causato danni per 70 milioni di lire.
Sempre nel capoluogo lombardo, nel novembre 2007, un pensionato incauto ha cercato di aprire una bomboletta particolarmente tenace con un paio di forbici. Per giunta vicino ai fornelli.
Il risultato? Un forte boato che ha frantumato una parete fondendo l’appartamento dell’anziano con quello dei vicini. Il protagonista di questa storia se l’è cavata solo con alcune ustioni e, ovviamente, un bello spavento.
Gli esiti però possono essere ben più gravi. Il 27 giugno scorso a Grosseto lo scoppio di una bomboletta spray di deodorante in un capannone della Agrideco - azienda che si occupa di raccolta e smaltimento di rifiuti speciali, anche pericolosi - ha scatenato una sequenza di esplosioni che ha trasformato la struttura in un inferno di fuoco. Un operaio di 47 anni ha perso la vita mentre un altro è rimasto gravemente ustionato.

I consigli per evitare rischi
La bomboletta spray contiene del liquido vaporizzato grazie a un gas liquefatto che funge da propellente. Il contenuto viene rilasciato quindi sotto forma di aerosol.
Come per tutti i contenitori di aerosol sotto pressione, le bombolette possono esplodere se vengono riscaldate a temperature superiori ai 50 gradi. Non vanno mai perforate o aperte neppure quando sono vuote perché possono contenere liquidi o vapori residui infiammabili.

Non è l’unico rischio legato all’uso degli spray, sopratutto quelli parzialmente tossici come gli insetticidi. L’inalazione di nebbie di vapore o di spruzzi possono provocare un’irritazione leggera o media dei tessuti del naso, della gola e dell’apparato respiratorio superiore. La sovraesposizione, dovuta all’utilizzo di diverse bombolette in un tempo breve e in una zona scarsamente ventilata, può provocare mal di testa, nausea ed effetti anestetici generali. Essendo i vapori dello spray molto più pesanti dell’aria, capita inoltre frequentemente che gli ambienti chiusi risultino poveri d'ossigeno.
Se li usate per pulire il forno o per uccidere gli insetti sotto un mobile, evitate sempre di inspirare a pieni polmoni.
E soprattutto di accendere l'accendino nelle vicinanze.
 
Fonte: Virgilio.it 
 
{mosgoogle center}

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la privacy policy>/i>.
To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information