23 lug, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

16/11/2009 - Una canzone per ricordare l'alluvione di Giampilieri

Notizie

La messinese Alessandra Liotta, cantautrice, flautista e polistrumentista, ha pubblicato su Youtube un video intitolato “Mai”. Una canzone per ricordare le vittime dell’alluvione a Giampilieri e Scaletta del primo ottobre scorso, ma anche per denunciare l’indifferenza dei media nazionali e della politica italiana rispetto alla tragedia. Immagini della devastazione e della disperazione dei familiari delle vittime fanno da sfondo al pensiero di denuncia verso la trascurata alluvione messinese. “Non esistono morti di serie B”, “Perché per l’Abruzzo si è mobilitato un mondo intero e per i morti di Messina nessuno?”, “Neanche un minuto di silenzio sui campi di calcio” sono alcune frasi che compaiono durante il pezzo. Le parole ad effetto non mancano di certo; una vera e propria denuncia contro l'Italia dall'altra parte dello Stretto che nella sua indifferenza ha fatto molto male a tutti i Messinesi che oggi si sentono certamente meno Italiani di prima. L'intenso ed emozionante brano è tutto da ascoltare.... Quel Maaaiii è un urlo di dolore che deve essere di tutti noi che subbiamo l'arroganza di chi ha pensato e pensa che qui non abbiamo bisogno, e sarebbe bellissimo dimostrare come realmente l'aiuto di quelli dall'altra parte non è necessario. Purtroppo sappiamo che da soli non c'è la possiamo fare ma "Non vogliamo falsi sorrisi e false speranza", dice Alessandra tra le righe della sua canzone, e aggiunge "Ma non cambierà così la nostra storia, no, non ci sarà per noi un domani"  parafrasando il pezzo di Jovanotti e company. "Noi siamo persone e non solo limoni e dolci" e voi che avete distrutto la nostra terra dovrete pagare per questo. Sta tutto qui il succo del pezzo della brava Alessandra che in tre minuti ha racchiuso il pensiero di "quasi" tutti i Messinesi. Ecco il video pubblicato su Youtube:

Dim lights  

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa --> approfondisci
.

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information