18 set, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

Consigli per risparmiare e non inquinare

Notizie

Se si seguono alcune regole è possibile coniugare risparmio ed efficienza energetica. Ecco il vademecum per conciliare le esigenze delle proprie tasche con il rispetto per l'ambiente.

Diagnosi energetica
Si fa controllando le varie bollette nel corso degli anni e confrontandole. Solo così si possono capire i propri "punti deboli" e si intuisce se e quando gli impianti perdono d'efficienza.

Scegliere l'energia giusta.
Bisogna puntare sui fornitori di energia elettrica e termica che utilizzano fonti rinnovabili. E' possibile farlo grazie alla liberalizzazione del settore. Alcuni forniscono già energia rinnovabile al 100% a costi competitivi

Mantenere gli impianti
Controllare e mantenere in efficienza gli impianti di produzione energia per ottimizzare rendimenti e gestione.

Isolamento termico.
Installare doppi vetri bassoemissivi, coibentare (cioè rivestire con materiale isolante) tetti e pareti, isolare tubazioni e impianti. Infatti, l'energia più pulita è quella che non si consuma.

Controllare l'illuminazione.
Sostituire le lampadine tradizionali con quelle ad alta efficienza; installare sistemi di regolazione dei livelli di illuminazione. Un'illuminazione efficiente può far risparmiare fino all'80% di energia.

Se possibile, cogenerare.
Questo sistema si basa su un principio molto semplice: in un impianto dedicato alla sola produzione di energia elettrica solo una quota - compresa tra il 35% e il 55% dell'energia primaria del combustibile - è convertita in energia elettrica; il resto viene inesorabilmente disperso nell’ambiente in calore inutilizzato. Se si vive in una casa unifamiliare, è invece possibile servirsi di energia prodotta da un microimpianto personale, posto in prossimità dell'abitazione, che la riscalda tramite il calore di scarto.

Il teleriscaldamento.
Si tratta di sostituire diverse caldaie condominiali con una sola centrale di produzione, che distribuisce il calore - attraverso tubazioni sotterranee - a utenze vicine tra loro, sfruttando tecnologie più efficienti e fonti rinnovabili locali (ad esempio le biomasse). Così facendo, si riducono le emissioni inquinanti per singola rete di riscaldamento.

Solare termico.
L'energia solare è utile per produrre calore a bassa temperatura (come acqua calda sanitaria o riscaldamento per piscine). In questo modo una famiglia può risparmiare fino all'80% dell'energia usata per produrre acqua calda.

Solare fotovoltaico.
I pannelli fotovoltaici possono produrre energia elettrica "pulita" in qualsiasi tipo di edificio. Utilizzandoli, ogni famiglia potrebbe autoprodursi energia. Con l'aggiunta degli incentivi in vigore, l'investimento può rivelarsi conveniente.

Informarsi e informare.
Bisogna promuovere l'informazione sul risparmio energetico e sulle fonti rinnovabili davvero convenienti. Bisogna soprattutto fare capire che alcune tecnologie sono ormai note, collaudate e, soprattutto, economiche.

Fonte: Virgilio.it 

 

{mosgoogle center}

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa --> approfondisci
.

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information