23 lug, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

08/11/2008 - La crisi della giustizia a Messina

Notizie

L'associazione Vittime della Mafia organizza per domenica 9 alle ore 16, presso il Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca a Messina, un'assemblea pubblica dal tema La crisi della giustizia a Messina. All'incontro parteciperanno Antonio Di Pietro (Italia dei Valori),  Sonia Alfano (presidente dell'associazione), Giuseppe Lumia (deputato Pd ed componente della Commissione parlamentare antimafia), Biagio Parmaliana (fratello del professore Adolfo morto suicida un mese fa), Fabio Repici (avvocato) e Giambattista Scidà (giudice).

“Siamo sinceramente preoccupati per le minacce giunte al Sostituto Procuratore Laura Vaccaro e per la pericolosa situazione di insicurezza nella quale versa la sua persona”. Lo affermano in una nota i componenti dell’ Associazione Nazionale Familiari Vittime di Mafia, per voce del presidente Sonia Alfano. “Le minacce giunte alla dottoressa Vaccaro - proseguono i familiari nella nota - sono solo l’ennesimo atto intimidatorio ai danni dei magistrati palermitani titolari di importanti inchieste contro la criminalità organizzata. Proteggere il giudice tramite l’assegnazione di una scorta - provvedimento questo che non è ancora stato preso - è un atto sicuramente indispensabile ma non sufficiente. E’ necessaria la mobilitazione di tutta la società civile a difesa della dottoressa Vaccaro e degli altri magistrati della procura palermitana. E’ in questo senso che la nostra associazione agirà nei prossimi giorni; faremo quadrato intorno ai magistrati a rischio e chiameremo a raccolta l’intera società civile che oggi più che mai ha il dovere di far sentire la propria voce. E’ con ansia e preoccupazione che invitiamo scuole, università, associazioni ed ogni altro apparato della società civile a prendere posizione in difesa dei magistrati palermitani così da mostrare alla criminalità mafiosa da che parte sta la gente. Ai giudici Vaccaro, Montalbano, Di Matteo, Piscitello, Licata ed a tutti i magistrati che con rigore e dedizione svolgono il proprio dovere, esprimiamo la nostra più sentita vicinanza e gratitudine per il lavoro svolto”.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa --> approfondisci
.

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information