19 gen, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

E' diffamazione dare della Monica Lewinsky

Notizie

Dire a una donna sei Monica Lewinsky è diffamazione. A stabilirlo è la Cassazione, in un processo contro un avvocato di Foggia che, in una memoria difensiva depositata in un processo civile, aveva definito i ragionamenti della controparte farneticazioni uterine, frutto di una natura lewinskiana. In un primo tempo l'avvocato era stato assolto dal giudice di pace ma, in seguito all'appello, il tribunale di Foggia ha ribaltato la sentenza. Nel ricorso in Cassazione, i giudici hanno annullato la decisione di secondo grado, disponendo un nuovo giudizio che tenga conto anche delle richieste della donna, costituitasi parte civile.
 
{mosgoogle center}  

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la privacy policy>/i>.
To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information