25 apr, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

Gaetano Badalamenti

Notizie

Gaetano Badalamenti o don Tano nacque a Cinisi il 14 settembre 1923. Nel 1947 emigrò clandestinamente negli Stati Uniti; nel 1950 venne rimandato in Italia e fu presente alla riunione all'Hotel des Palmes a Palermo. Grazie all'esperienza maturata in America, propose la creazione della prima "commissione" della mafia siciliana, che funzionò fino alla strage di Ciaculli. Dal 1971 al 1974 fu rinchiuso nel carcere dell'Ucciardone di Palermo. Già a metà degli anni Settanta era considerato dall'FBI come il vero cervello del traffico di stupefacenti che interessava le due sponde dell'Oceano Atlantico. Fece parte, con Riina e Bontade, del triumvirato che costruì Cosa Nostra e si mise a capo della commissione, per quanto non riconosciuto dai Riva, dal 1974 fino alla sua espulsione da Cosa Nostra avvenuta per motivi tuttora sconosciuti. Nel 1978 fece uccidere il militante di estrema sinistra Giuseppe Impastato che, dai microfoni della radio locale Aut Aut, ne denunciava i traffici di droga, organizzati grazie al controllo sull'aeroporto di Punta Raisi a Palermo. Impastato fu ritrovato sui binari della ferrovia, dilaniato da una bomba: ci vollero diversi anni, prima che fosse riconosciuta l'origine mafiosa del delitto.  Spazzata via dagli avversari la maggior parte dei suoi uomini, Badalamenti si rifugiò in Brasile, dove ebbe contatti con altri latitanti, tra cui Buscetta. Fu arrestato a Madrid nell'aprile 1984 ed estradato negli Stati Uniti. Qui è attualmente detenuto per traffico di stupefacenti, dopo la condanna a trent'anni di reclusione, avvenuta nel 1986, nell'ambito dell'inchiesta Pizza Connection. I suoi rapporti con la politica e la sua conoscenza dei molti segreti di Cosa Nostra sono stati al centro delle dichiarazioni di famosi collaboratori di giustizia. Nel marzo 1995, il suo nome è tornato alla ribalta in occasione del suicidio del maresciallo dei carabinieri Antonino Lombardo che, stando alle indiscrezioni, ne stava organizzando il rientro in Italia per deporre in alcuni processi di mafia.
 
{mosgoogle center}   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la privacy policy>/i>.
To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information