20 giu, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

04/06/2008 - I dialetti meridionali tra arcaismo e interferenza

Notizie

Inaugurato oggi presso l'Accademia Peloritana dei Pericolanti, la Facoltà di Lettere e Filosofia e il Centro Horcynus Orca, il Convegno Internazionale “I dialetti meridionali tra arcaismo e interferenza”. Il convegno proseguirà domani e dopodomani. La manifestazione,  organizzata dal Dipartimento di Studi sulla Civiltà moderna e la Tradizione classica, dalla professoressa Paola Radici Colace e dal dottor Alessandro De Angelis, con il concorso del Centro di Studi Filologici e Linguistici Siciliani, sarà dedicato all'analisi delle realtà linguistiche meridionali, con particolare riguardo alla Calabria e alla Sicilia, territori caratterizzati  da vistosi fenomeni di interferenza (con l'arabo e il greco in particolare e con alcune varietà gallo-romanze, che hanno determinato l'assoluta specificità nel panorama linguistico italo-romanzo. Tra i relatori anche Max Pfister (nella foto), uno dei massimi linguisti e filologi romanzi e ideatore del Lessico Etimologico Italiano (LEI), la più grande opera lessicografica in via di realizzazione sull'italiano e le sue varietà dialettali. Il Convegno è stato realizzato grazie al contributo del Rettorato, del Dipartimento di Studi sulla Civiltà moderna e la Tradizione classica, della Fondazione Bonino-Pulejo, dell'Accademia Peloritana dei Pericolanti, e dell'Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario di Messina (E.R.S.U.).

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa --> approfondisci
.

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information