21 ott, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

10/12/2007 - Il Ponte Sommerso nello Stretto di Messina

Notizie

Tra le proposte di questi ultimi decenni in cui si parla del Ponte sullo Stretto non è stata presa seriamente in considerazione una soluzione ecocompatibile con la morfologia ambientale della zona dello Stretto di Messina. Consentire l' attraversamento dello stretto  grazie ad una struttura stabile come un ponte ha avuto sempre giudizi sfavorevoli per l'impatto ambientale che poteva creare. Ed allora.... perchè non pensare seriamente ad un Ponte Sommerso? A tal proposito, viaggiando sul web, ci si può imbattere in questo sito.... pontediarchimede.it, che illustra come un opera del genere sia fattibile e "facilmente" realizzabile. Ecco la presentazione della società.....
 
Sin dalla sua costituzione la Ponte di Archimede International S.p.A. opera per lo sviluppo e la progettazione di una originale tipologia di attraversamento stabile sommerso denominata Ponte di Archimede.
Il Ponte di Archimede rappresenta un concetto innovativo di ponte sommerso a basso impatto ambientale che sfrutta la spinta idrostatica, fenomeno spiegato per la prima volta, nel III secolo a.C. dal geniale scienziato Archimede di Siracusa.
Con questa avanzatissima tecnica costruttiva, è possibile progettare collegamenti permanenti, considerati sinora economicamente o tecnicamente irrealizzabili o di difficile costruzione, tra le sponde di stretti, fiumi o laghi.

La tecnologia del Ponte di Archimede ribalta l’approccio ingegneristico al problema di un attraversamento stabile in quanto considera lo specchio d’acqua da superare non un ostacolo, bensì un elemento favorevole. Per attuarla, è stato progettato un collegamento stabile sommerso i cui requisiti fondamentali sono:

- Elevate prestazioni strutturali indipendentemente dalla lunghezza

- Non vulnerabilità ai fattori atmosferici

- Elevate prestazioni anche in caso di eventi sismici

- Costo competitivo di costruzione

Lo studio di un ponte sommerso galleggiante, il ‘Ponte di Archimede’, basato su una tipologia innovativa di attraversamenti stabili di stretti e di laghi, venne affrontato nella sua fase iniziale con la collaborazione del Norwegian Roads Research Laboratory, del Danish Road Institute e del Registro Navale Italiano. Il progetto si è potuto anche avvalere del sostegno economico della Unione Europea e dell’attività coordinatrice del FEHRL (Forum European Highways Research Laboratories), un’associazione internazionale di ventidue Amministrazioni di Strade Pubbliche. Nel 1998 è nata anche il Laboratorio Congiunto Cino-Italiano Ponte di Archimede (SIJLAB) al quale collaborano l’Istituto di Meccanica, l’Accademia Cinese delle Scienze e la Ponte di Archimede International. Il progetto si pone tra i suoi principali obiettivi la realizzazione di un tunnel lungo 100 metri nel lago Qiando, in Cina.

I partners cinesi della Ponte di Archimede International S.p.A. sono i seguenti Istituti:

- Zhejiang Provincial Science and Technology Commission.

- Zhoushan Island Connection System Construction Organization.

- Zhejiang Design Institute of Transportation Engineering.

- Zhejiang University.

- Tongji University of Shanghai.

Un partner di più recente acquisizione della Ponte di Archimede International S.p.A. è l’Istituto di Meccanica dell’Accademia Cinese delle Scienze (CAS).

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa --> approfondisci
.

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information