18 set, 2020

MailFacebookrss twitterYoutube

Le corna si fanno con classe

Notizie

Tra i detti più comuni e conosciuti di ogni estate..... Agosto, moglie mia non ti conosco. E si dice pure riguardo ai convogli carichi di mariti che ogni venerdì raggiungono mogli e figli al mare, ribattezzati poco elegantemente su tutte le riviere treni dei cornuti. La liturgia del tradimento estivo si ripete quasi immutata anno dopo anno, con schemi che differiscono poco dalle commedie italiane anni ‘50 e ‘60. Anche se, sottolinea l’esperto di galateo Nicola Santini, “Oggi l’ultima frontiera della trasgressione è la fedeltà dura e pura. Risulta eccentrico chi mantiene le promesse, non chi si scatena incurante della canicola appena il legittimo compagno gira l’occhio”.
Se corna devono essere però, dice Santini, almeno che siano di classe. E quindi ecco le 5 regole auree per metterle rispettando il bon ton. Servono altre dritte? Provate su Tradimento.net che si autodefinisce “il portale dell’infedeltà”.

Si fa ma non si dice. Guai vantarsene, guai rischiare. Se vi capita, ricordate che l’ora migliore è il primo pomeriggio. Mattina e sera sono incompatibili con il lavoro e il resto del tran tran. La notte? E’ troppo impegnativa e pericolosa…

Occhio all’alito. Se pianificate un tradimento subito dopo colazione, fate un pasto leggero e portatevi uno spazzolino da denti. Il fuoco della passione non può essere messo a rischio da un alito effetto bruschetta.

Luogo incontaminato. Scegliete posti che non siete soliti frequentare con il vostro partner. Da evitare anche i locali troppo affollati e alla moda: potreste incontrare qualche pettegolo.

Breve ma chic. La scappatella per esser definita tale deve essere rapida, ma non per questo meno elegante. Gli uomini apriranno la porta alle signore per farle entrare ed uscire dall’auto sia prima che dopo l’incontro. Regola valida anche se l’amplesso si consuma in cabina! Una volta terminata, però, ognuno a casa sua. Senza telefonate, messaggini, biglietti clandestini nei pantaloni. E nessun tentativo di accaparramento.

No al piagnisteo. Non giustificate mai il flirt con un momento di stanca coniugale: è super kitsch. Un’amante non può pensare che la passione è scatenata da squallide crisi personali anziché dalla sua sensualità.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa --> approfondisci
.

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information