22 giu, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

30/11/2008 - Messina è come una bella donna, stuprata continuamente

Notizie

Attendevamo con trepidazione l'arrivo di un sindaco, di una giunta ed un consiglio comunale come il pane per gli affamati, convinti che la città si sarebbe risollevata. Ma purtroppo i problemi si motiplicano a dismisura nella nostra bella città. Pare che, da quando esiste un'amministrazione votata dai cittadini, tutto il male di anni di cattivo governo e commissariamento vengono al pettine come dei nodi che neanche il pantene shampoo  e balsamo possa sciogliere. Viviamo in una città allo sbando, al collasso, sotto tutti i punti di vista. La classe politica naviga in alto mare affrontando onde alte, altissime, insormontabili da una barchetta a remi che non ha nemmeno un buon timoniere. E come se non bastasse, invece di remare tutti da una parte e risolvere i drammi di Messina, si pensa alle lotte di poltrone ed intestine guerre tra partiti e coalizoni. La vertenza Atm ed il taglio dei fondi ex Fintecna, all’accordo sulla cittadella fieristica, allo scioglimento dell’ ente porto sino al drastico taglio del 50% per la manutenzione delle strade, alla ZFU e il ponte. E poi risanamento e servizi socialitraghettamento e recupero del waterfront. Utopie e Scippi!!

E ci sono sopratutto, oltre l'atm, anche altri problemi interni quali  Molini Gazzi,  gli addetti alla pulizia del Policlinico, la crisi Rodriquez, la dismissione Rfi, precari a destra e a manca, il fallimento della squadra di calcio e il grave problema legato alla parentopoli dell'Università. Non possiamo nemmeno tralasciare viabilità, sicurezza, legalità e Tir in città.

Ma al peggio non c'è mai fine. Ecco che sull'amministrazione il cappio del Tar che si pronuncerà il 12 febbraio prossimo sulla regolarità delle elezioni svolte appena 5 mesi fa. Probabilmente le vicende degli ultimi anni hanno ucciso lo spirito critico ed hanno fatto sì che questa città venisse saccheggiata e depredata di ogni sua bellezza; o forse, nel terremoto del 1908, la causa dell'estinzione del messinese doc, quello che combatte; quello che comprende, combatte e vince. Come nella storia, quando Messina aiutava sovrani e grandi uomini. Ma, come detto, è storia, non il presente che invece ci vede subire gli inciuci e gli imbrogli di una classe politica insufficente. Messina è come una bella donna stuprata continuamente. Speranze, sogni, progetti, idee, servono a poco quando poi manca il senso di appartenenza e l'orgoglio di voler cambiare le cose. E si. Si punta ancora alle poltrone, si punta a sistemare amici e parenti ancor oggi, nel 2008, nel novembre del duemilaotto. C'è la crisi delle partecipate, tutte. E il comune che fa? ne crea un'altra... la zancle, che dovrebbe (condizionale è d'obbligo) "ricogghiere" tutti i crediti che il Comune  avanza dai cittadini in una città dove non esistono indirizzi, non c'è toponomastica, dove ci sono le baracche erette dopo il 1908.

Diciamo la verità!!! La ripresa di Messina è solo un illusione perchè Messina è solo una somma di cittadini che vivono nello stesso luogo dove ognuno ha il suo orticello da curare. E allora non rimarebbe che affidarsi alla classe politica che dovrebbe scegliere il destino di questa città, ma tutti sappiamo che a latitare sono le idee perchè troppe sono le questioni in sospeso. Latitano i personaggi che, purtroppo per loro, non sono in grado di per poter affrontare i  numerosi problemi che la città presenta. Chi ci governa non sembra abbiano capacità ed intuito per far rialzare la città morta, il Lazzaro della Sicilia. Occorre dire grazie ai vari quotidiani online che da qualche anno pullulano sulla rete denunciando il malaffare e i brogli che per anni sono rimasti nascosti sotto la pietra dell'omertà e della corruzione. Tempostretto, normanno, ominiapress, imgpress, comunemio, strill hanno dato la possibilità al messinese di avere spiegazione di ciò che accade e del perchè accade; oggi sappiamo, per sommi capi, cosa è accaduto, e perchè siamo nella merda... Come una luce nel buio ecco che finalmente l'informazione libera si fa avanti, senza inciuci e articoli pilotati oggi sappiamo.... e per questo continuiamo a sperare!!!

 

{mosgoogle center}

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa --> approfondisci
.

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information