24 gen, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

21/06/2009 - Nel paese del cuttighio e delle malelingue

Notizie

CuttigghioMolti ci hanno fatto l'abitudine, altri non sanno come definire certa gente, altri ancora si adeguano rispondendo per le rime, altri ancora ingenuamente sorridono dimostrando quanto stupidi sono nello stare li ad ascoltare e a ridere delle parole di chi conta  poco di niente. Si, questo accade al bel paese che col passare del tempo continua a non avere più niente di bello. Abbandonato dalle istituzione e dagli stessi residenti continua a sfornare una gioventù che non ha altro da fare che distruggere l'esistente non appena qualcosa di nuovo spunta all'orizzonte, portatori di un educazione che va sempre più perdendosi per colpa di genitori incompetenti che sfornano figli solo per buttarli per strada a fare danno. Purtroppo non c'è da sorprendersi in un luogo che fa del cuttigghio e della malalingua il suo fulcro. Purtroppo, invece di isolare gli abitanti che l'unica cosa che sanno fare è criticare gli altri senza guardarsi dentro le proprie mura domestiche, non si fa altro che incoraggiarli a continuare nella loro opera denigratoria. Purtroppo - parola ricorrente in questo articolo - tutti sono colpiti dalle lingue biforcute che continuano imperterriti nella loro azione. Niente cambierà come niente è cambiato. Stanchi di ciò, scriviamo per spingere chi la pensa come noi a ribellarsi a tale stile comportamentale sparando in faccia a chi critica e denigra il prossimo suo paesano a fare una buona azione dicendo: "fatti i fatti i tuoi e guarda alla tua di famiglia e non a quella degli altri".

Quest'articolo nasce da un colloquio avuto ieri sera con una ragazzina di paese che continua a vedersi distrutta nell'orgoglio solo per il suo modo moderno di vestire e amare il buon costume di una civiltà modaiola che cambia. Non possiamo che dire: non badare a loro e passa a largo!! anzi sorridi a chi, alle spalle - c'è ne vuole di coraggio a parlare alle spalle - ti critica. Chi ti conosce veramente sa come sei e, anche se sappiano che nulla cambierà, non ci resta che continuare a vivere dove siamo nati con la ormai quasi azzerata speranza che qualcosa e qualcuno comprenda che stare ad ascoltare chi non merita di esserlo non fa altro che del male alla civile convivenza, alla cultura di chi purtroppo questi termini non sa cosa siano. Con un.. speriamo che tutto ciò che dici ti si rivolti contro di te - come già è successo - così forse capirai che non servi un soldo e che forse sarebbe ora che qualcuno ti dia ciò che ti meriti.... ti assicuro che manca poco... vali picca!!!!.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la privacy policy>/i>.
To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information