19 gen, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

22/10/2008 - Il posto di Sonia Alfano alla Regione ad un'altro del PD

Notizie

Sonia Alfano esclusa dal Parlamento Siciliano e al suo posto un esponente del Pd.  Approvata la relazione di Rudi Maira circa l'assegnazione al Pd del seggio rimasto vacante dopo la rinuncia di Anna Finocchiaro. Nella sua relazione Maira sostiene che il seggio debba essere attribuito all'unica lista collegata alla Finocchiaro che ha superato lo sbarramento del 5%, e cioè il Pd, quindi a Bernardo Mattarella, primo tra i non eletti di detta lista. La decisione della commissione dovrà adesso essere ratificata dall'Ars, con un voto d'aula a scrutinio segreto. Furiosa, la candidata presidente alle scorse elezioni regionali siciliane con la lista di Beppe Grillo, presenta una dichiarazione: "Sapevamo quanto sfrontati fossero i deputati del Parlamento Siciliano, tranne qualche rara eccezione, ed abbiamo visto in questi anni di quali e quante decisioni criminose si siano macchiati. E' per questo che la decisione di assegnare il mio seggio ad un membro del PD ci fa indignare ma non desta in noi stupore. Attendiamo solo che la decisione della Commissione Verifica Poteri dell'ARS venga ratificata per presentare il nostro ricorso al TAR. Il Parlamento Siciliano sta palesemnete violando la legge che attribuisce in modo chiaro ed inequivocabile il seggio al candidato presidente miglior perdente.
 
La decisione di attribuire quel seggio ad un membro del PD altro non è che un accordo tra partiti, in violazione della legge, per farmi fuori e non permettere a nessuno di osservarli da vicino e vigilare sui loro accordi sottobanco e sulle loro malefatte. I deputati siciliani sanno perfettamente che io ed i miei 70.000 elettori saremmo in grado di fare la differenza all'interno di quel palazzo ed è per puro timore che hanno deciso di dare quel seggio ad un qualche politicante del PD intento ad occuparsi dei propri affari, di sistemare amici e parenti all'interno della pubblica amministrazione e di arraffare consulenze e denaro pubblico. Chiederemo, immediatamente dopo la ratifica di questa assurda decisione, una sospensiva al TAR e continueremo a vigilare ed a svelare ai cittadini siciliani le vergogne di quel parlamento. Ad Antonello Cracolici, finto oppositore davanti alle telecamere e grande amico del governo nella vita di tutti i giorni, vogliamo annunciare che da oggi il nostro ruolo sarà quello di tenere d'occhio l'opposizione di governo e di svelare ai siciliani gli innumerevoli accordi che il PD ha stipulato con la maggioranza al fine di piazzare i propri membri, e i loro amici e parenti, in barba ai tanti onesti siciliani ormai sdegnati dalla politica, identica, di governo e opposizione".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la privacy policy>/i>.
To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information