13 nov, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

25/09/2008 - Scandalo alla Regione Sicilia; assunti amici e parenti

Notizie

Il caso scoppia con Giuliana, la figlia dell'assessore alla Presidenza della Regione siciliana Giovanni Ilarda, assunta con chiamata diretta a dispetto dei proclami del padre, eletto a 'ministro Brunetta' dell'Isola. Ora scorrendo gli elenchi degli assunti alla Regione si scoprono cognomi che ricorrono e che sono legati ai partiti politici.

Piero Cammarata, primogenito di Diego, sindaco di Palermo, è il nome che salta subito agli occhi come quello di Misuraca (parlamentare del Pdl) e Scoma (assessore alla Famiglia della giunta Lombardo). Ma fra i nomi 'noti' anche un Davola (ex autista di Gianfranco Micciché) e un Mineo (figlio di un deputato dell'Ars). Il loro impiego, nella maggior parte dei casi, è all'interno degli staff degli assessori. Come per Rosanna Schifani, sorella del presidente del Senato, che in verità era già dipendente regionale ma è stata 'chiamata' dall'assessore Scoma. O Viviana Buscaglia, cugina del guardasigilli Angelino Alfano, 'esterna' dello staff dell'assessore all'Agricoltura Giovanni La Via. I 'chiamati' all'assessorato ai Beni culturali di Antonello Antinoro sono: Giovanni Antinoro, ex autista di Cuffaro, solo omonimo dell'assessore; Domenico Di Carlo, segretario di Saverio Romano; Vito Raso, amico di Cufffaro; Gianni Borrelli, ex candidato dell'Udc. Ciò accade perché ogni assessore può avere 25 collaboratori fra segreteria particolare e tecnica. Un terzo circa di questi è 'esterno' all'amministrazione e ha un rapporto diretto con l'assessore, che è il suo 'capo'. Le loro retribuzioni da dirigente sono di 41.807 euro lordi, più indennità per complessivi 31.000 euro circa.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa --> approfondisci
.

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information