18 set, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

05/01/2009 - Sciolta a Messina l'Istituzione ai Servizi Sociali

Notizie

L'amministrazione Messinese ha deciso di sciogliere l'istituzione ai servizi sociali perché non efficiente. Il sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, dopo aver appreso del ritrovamento dei cadaveri dei fratelli Giovanni e Francesco Di Giovanni, di 60 e 66 anni, trovati morti giovedì nella loro abitazione nel rione Camaro, è stato categorico. L'Istituzione va sciolta perchè il Comune ha un assessorato che ha il compito di aiutare i deboli e gli sfortunati. Intanto domani saranno eseguite le autopsie che consentiranno di stabilire la data esatta del decesso dei due uomini, che, a quanto pare, risalirebbero ad alcune settimane fa. Nell'appartamento c'era anche un terzo fratello, Carmelo di 68 anni, malato, che non si sarebbe accolto di nulla e che rischia un incriminazione per occultamento di cadavere. L'uomo, ricoverato nell'ospedale Piemonte, sarà sottoposto ad una serie di esami.

{mosgoogle center}

Ormai siamo impigliati in una rete di ipocrisia in cui l'umana convivenza si è ridotta a un gioco a mosca cieca. Eppure basterebbero dieci minuti al giorno, dieci minuti di riflessione per renderci conto di quel che accade nel nostro vicinato, appena dietro l'angolo, nella porta accanto, e agire. Perché di una cosa siamo certi: per i miseri, i diseredati, gli sfortunati, per chi non ha più una bocca per parlare e un paio di gambe per camminare, non esiste alcuna forma di assistenza, anche quando sulla carta esisteva, in realtà, era solo una macchina per far soldi. Se qualcuno vuole essere aiutato, deve avere accesso ai mezzi di comunicazione, deve avere un telefono, un computer, deve avere la possibilità di recarsi negli uffici appositi, nelle cucine per poveri; deve possedere la capacità di sbrogliarsela con un'infinità di pratiche burocratiche; deve avere gambe e una bocca per parlare. Altrimenti non andrà da nessuna parte e nessuno lo sentirà. Noi che abbiamo gambe e bocca, occhi e orecchie, cerchiamo di aiutare questa gente! un giorno potremmo cadere anche noi in una simile situazione di disagio, e urlare aiuto! senza che nessuno ci sente. Se non iniziamo adesso a smuovere le acque, noi sani, noi fortunati, potremmo in futuro crepare, tra l'indifferenza dei vicini di casa, o, peggio, tra i loro sorrisini compiaciuti. Schadenfreude la chiamano i tedeschi: "il piacere provato dalla sfortuna altrui". Speriamo di non dover soccombere noi sotto questa che è la più meschina tra le manifestazioni del nuovo bel mondo Messinese. Pensiamo che le cose utili che non vanno devono essere attenzionate e non distrutte. Ma siamo a Messina, e se l'interesse della politica va da un altra parte ormai non ci sorprendiamo più di tanto. Costruiamo la Zancle Spa, pensiamo alla riqualificazione del Tirone,  nominiamo una marea di esperti e legali del Comune, abbiamo i doppioni veri, MessinaAmbiente e  Ato3...
E vai... assessorato ai servizi sociali, datti da fare, perchè a Messina tanti hanno bisogno del tuo aiuto!!! Aspettiamo e speriamo....

{mosgoogle center}

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa --> approfondisci
.

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information