24 giu, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

01/04/2009 - Sottosequestro il Torrente Larderia

Notizie

Anche se oggi è il primo di aprile tanta voglia di scherzare non la abbiamo proprio. Il torrente che attraversa il paese di Larderia è “stato posto sotto sequestro perché contiene rifiuti speciali pericolosi”. E’ questa la decisione adottata dal comando del Corpo dei Carabinieri di Tremestieri. Il letto in cui scorre il corso d’acqua è pieno di materiali di ogni genere ed è utilizzato da numerosi cittadini e qualche azienda, come discarica a cielo aperto.
Il risultato è il rischio igienico-sanitario per le persone del posto e l’impatto ambientale che questo disastro potrebbe avere. C'è di tutto nel nostro "fiumiciattolo": materiali di risulta, arredi urbani, suppellettili, elettrodomestici, serbatoi e numerose lastre in eternit fanno bella mostra nel greto del torrente Larderia. A scoprire la discarica abusiva sono stati i Carabinieri della stazione di Tremestieri, coadiuvati da funzionari regionali dell’ottavo dipartimento. Sequestrata una vasta area adibita a discarica di rifiuti speciali pericolosi che si estende per oltre 30 mila metri quadrati. L’intera area, su disposizione della Procura è stata affidata ad un custode giudiziario. La Procura ha aperto un fascicolo contro ignoti e sul caso stanno indagando i carabinieri.
Diversi sono gli articoli pubblicati su LarderiaWeb che da anni denuncia la situazione gravissima del torrente e forse è un bene che oggi qualcuno si sia dato una svegliata e l'atto di sequestro la dice tutta sul pericolo con cui convivono gli abitanti del villaggio da tempo immemorabile. In alcuni punti i rifiuti passano anche i ponti (cda paterna) con rischio isolamento per chi risiede oltre il corso d'acqua.

La situazione, purtroppo, non è migliore negli altri torrenti della zona. Nel paese di Zafferia, ad esempio, la fiumara è un grande cassonetto della spazzatura dove viene depositato qualsiasi materiale e la gente che sulla riva cerca di fare un po’ di ginnastica, non esiterei a definirla coraggiosa. Nel fiumiciattolo di S.Margherita (ultima foto) la faccenda è simile e i detriti, insieme alla sporcizia, tra poco, raggiungeranno il livello del ponte. Per gli abitanti del paese, l’unica speranza è che il bel tempo arrivi una volta per tutte, in modo da evitare eventuali catastrofi. Infatti, meglio sperare nell’arrivo della primavera, perché se dovessimo aspettare l’intervento delle autorità, non sappiamo come andrebbe a finire.

Parte dell'articolo di Valerio Morabito - www.messinaweb.tv
 
 
Video di Navarro

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa --> approfondisci
.

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information