25 apr, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

The Blog

VEDUTA PANORAMICA 

  IL NUOVO EMPORIO   ( SCHIFO.... ALL'ARIAPERTA  )

 Un nuovo centro vendita,apetta di essere visitato dalla gentile clientela.

Il  nuovo negozio e' aperto giorno e notte, quidi....fate con comodo.

Per coloro che vengono dal difuori del paese,lo troveranno a Larderia Sup.

Via Fiumara..contrada Vignola n......imprssionante quantita' di prodotti per la casa

sono stati maessi a disposizione per voi,vasta varieta' di scelta  con prezzi accessibili per tuttti, con tasso.....INQUINAMENTO  al 1000 per 1000

 L'area e' fresca e pura...non sempre'  pero' e' fornita da un' ampio parcheggio non sorvegliato.

 Le ditte espositrice ringraziano la futura clientela con l'impegno d'ampliare ancora di piuì

la mostra .

Gli esercenti.....FETENTI,no una volta ma 1000 e una volta

 

 

The Blog


The Blog


The Blog

 

 

 

The Blog

 
Vediamo il primo che indovina dove siamo
Cool

The Blog

Direttamente dalla petrazza, solo per voi,

ntapitrazza blog

Spazio dedicato agli eventi della contrada petrazza - Larderia inferiore - Messina

The Blog


The Blog

fotomontaggio

The Blog


The Blog

Mi è sempre piaciuta la storia greca e i sui grandi filosofi e il mio nickname deriva da uno sconosciuto, grande uomo che viveva ad Atene tanto tempo fa. Le idee di questi grandi uomini non sono state colte nel loro senso ed è per questo che il nostro mondo va a farsi fot....e!!!

Leggere per credere

Alcune frasi celebri del grande Socrate.....

Se sai di non sapere, sai già molto.

So di non sapere.

Il canto è il suono dell'anima.

Ero veramente un uomo troppo onesto per vivere ed essere un politico.

Perché ti meravigli tanto se viaggiando ti sei annoiato?
Portandoti dietro te stesso hai finito col viaggiare proprio con quell'individuo dal quale volevi fuggire.

I cattivi vivono per mangiare e bere, mentre i buoni mangiano e bevono per vivere.

C'è un solo bene: il sapere. E un solo male: l'ignoranza.

La meraviglia è un sentimento assolutamente tipico del filosofo. La filosofia non ha altra origine che questa.

Non sono un ateniese o un greco, ma un cittadino del mondo

Esiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l'ignoranza.

Avendo così pochi bisogni che meno non si potrebbe, sono vicinissimo agli dei.

Nulla può far danno a un uomo buono, né in vita né dopo la morte.

La vera saggezza sta in colui che sa di non sapere!Perchè io so di sapere più di te, che pensi di sapere.

L'esser contenti è una ricchezza naturale, il lusso è una povertà artificiale.

Chi vuol muovere il mondo prima muova se stesso.

Una vita senza ricerca non vale la pena di essere vissuta.

The Blog

Abbiamo la spazzutura fino alla testa e se questi non si decidono a pulire mi pare che possiamo uscire con la mascherina. Menomale che siamo in inverno e non fa caldo. Ma le tasse noi perchè li paghiamo? Facciamo sciopero delle tasse e vediamo che si lamenta.

The Blog

Voglio salutare tutti i navigatori del web. Um saluto particolare a tutti i Lardarotiweb.

The Blog

le cose della vita.. Fa venire i brividi ma ..certe cose è giusto saperle! Questa e-mail ha già girato tanto, ma meglio che giri tanto ancora! Mamma, sono uscita con amici. Sono andata ad una festa e mi sono ricordata quello che mi avevi detto: di non bere alcolici. Mi hai chiesto di non bere visto che dovevo guidare, così ho bevuto una sprite. Mi sono sentita orgogliosa di me stessa, anche per aver ascoltato il modo in cui, dolcemente, mi hai suggerito di non bere se dovevo guidare, al contrario di quello che mi dicono alcuni amici. Ho fatto una scelta sana e il tuo consiglio è stato giusto. Quando la festa è finita, la gente ha iniziato a guidare senza essere in condizioni di farlo. Io ho preso la mia macchina con la certezza che ero sobria. Non potevo immaginare, mamma, ciò che mi aspettava... Qualcosa di inaspettato! Ora sono qui sdraiata sull'asfalto e sento un poliziotto che dice: "il ragazzo che ha provocato l'incidente era ubriaco". Mamma, la tua voce sembra cosí lontana! Il mio sangue è sparso dappertutto e sto cercando, con tutte le mie forze, di non piangere. Posso sentire i medici che dicono: "questa ragazza non ce la fará". Sono certa che il ragazzo alla guida dell'altra macchina non se lo immaginava neanche, mentre andava a tutta velocità. Alla fine lui ha deciso di bere e io adesso devo morire... Perchè le persone fanno tutto questo, mamma? Sapendo che distruggeranno delle vite? Il dolore è come se mi pugnalasse con un centinaio di coltelli contemporaneamente. Dì a mia sorella di non spaventarsi, mamma, dì a papà di essere forte. Qualcuno doveva dire a quel ragazzo che non si deve bere e guidare... Forse, se i suoi glielo avessero detto, io adesso sarei viva... La mia respirazione si fa sempre più debole e incomincio ad avere veramente paura. Questi sono i miei ultimi momenti, e mi sento così disperata... Mi piacerebbe poterti abbracciare mamma, mentre sono sdraiata, qui, morente. Mi piacerebbe dirti che ti voglio bene. Per questo... ti voglio bene e... addio. Queste parole sono state scritte da un giornalista che era presente all'incidente. La ragazza, mentre moriva, sussurrava queste parole e il giornalista scriveva... Scioccato. Questo giornalista ha iniziato una campagna contro la guida in stato di ebbrezza. Se questo messaggio è arrivato fino a te e lo cancelli... Potresti perdere l'opportunità, anche se non bevi, di far capire a molte persone che la tua stessa vita è in pericolo. Questo piccolo gesto può fare la differenza. Mandalo a tutti quelli che conosci. Grazie.... don carmelo

The Blog

Una Mamma con tanta speranza Un’infanzia rubata, è la cosa più atroce che possa esistere su questa terra, per le persone che commettono reati nei confronti dei bambini, forse riflettono lo specchio per quello che hanno vissuto nella propria vita. I bambini vanno rispettati, e non dovrebbero subire alcun tipo di trauma che potrebbe lasciare il segno per tutta una vita. Nelle discordie tra adulti, dissapori, vendette, i bambini dovrebbero rimanerne fuori, e non stritolati in ciò che non hanno colpa, come è successo per il rapimento della mia piccola Denise, di cui ancora c’è una ricerca costante. Denise è la bimba che tutta L'Italia ha adottato avvolte si fa l'errore di pensare che è una brutta storia, ma lontana da noi, che non ci riguarda, ma non è così. I bambini non appartengono alla singola Nazione, là dove sono nati. Tutti i bambini del mondo appartengono al mondo intero, cioè sono tutti “ i nostri bambini”. Far male ad un bambino vuol dire uccidere la Speranza, senza la quale nessun essere umano, giovane, adulto o vecchio che sia , riuscirebbe a dare un senso alla propria esistenza. "Piera Maggio" RITORNA PRESTO DENISE....DON CAMELO

The Blog

LO STATO,CI INEGNA

COME,ELIMINARE QUALC'UNO SENZA

FARE GALERA.

LE BUONE REGOLE

1° Selezionarsi il soggetto

2° Aspettare con pazienza che si crei il luogo ed il momento ideale

3° Individuato il luogo ed il momento adatto,fare attenzione che ci siano meno testimoni possibili

4° Premunirsi una bottiglia d' alcolico,pronta all'uso sul mezzo

5° Bere,andare,fare,ribere,sfasciare quache cosa lungo il tragitto e magari fermarsi alla fine contro un palo

6°Tanto era ubriaco,non sapeva cio' che faceva,come facciamo a punirlo?....Poveretto!!!....

P.S .

Questo deduco ,sull'impostazione della legge attuale in merito agli incidenti causati ...da guida in stato d'ebrezza,non accetto il fatto...era incoscente...si', ma guando ha bevuto NO!

Non accetto il fatto,che la morte di un essere umano,valga meno di una bottiglia.

Non accetto il fatto,che si dia e si faccia, tanta e anche troppa attenzione per colui che commette il reato.

Mi domando :il reato paga?...No'!!!...Alla luce di questi fatti,io dico che...ci guadagna.

E poi...se' per terra rimanesse vittima qualc'uno appartenente ad uno dei tanti nostri governanti? Cambierebbero questa legge attuale in merito? Io,io penso proprio di si!

Provo solo tanta rabbia e sdegno, ma tanta comprensione e solitarieta' per tutti i famigliari di queste vittime considerate come ( oggetti senza valore).

Riflessione

L'ITALIA E' QUESTA ??

The Blog

By Navarro 

The Blog


The Blog


The Blog

visto che ci troviamo nel mese dedicato ai defunti, voglio inserire questa poesia del grande Totò che a me piace molto.-

Totò - ‘A livella

 

Ogn’anno, il due novembre, c’é l’usanza
per i defunti andare al Cimitero.
Ognuno ll’adda fà chesta crianza;
ognuno adda tené chistu penziero.

Ogn’anno,puntualmente, in questo giorno,
di questa triste e mesta ricorrenza,
anch’io ci vado, e con dei fiori adorno
il loculo marmoreo ‘e zi’ Vicenza.

St’anno m’é capitato ‘navventura…
dopo di aver compiuto il triste omaggio.
Madonna! si ce penzo, e che paura!,
ma po’ facette un’anema e curaggio.

‘O fatto è chisto,statemi a sentire:
s’avvicinava ll’ora d’à chiusura:
io,tomo tomo, stavo per uscire
buttando un occhio a qualche sepoltura.

“Qui dorme in pace il nobile marchese
signore di Rovigo e di Belluno
ardimentoso eroe di mille imprese
morto l’11 maggio del’31″

‘O stemma cu ‘a curona ‘ncoppa a tutto…
…sotto ‘na croce fatta ‘e lampadine;
tre mazze ‘e rose cu ‘na lista ‘e lutto:
cannele, cannelotte e sei lumine.

Proprio azzeccata ‘a tomba ‘e stu signore
nce stava ‘n ‘ata tomba piccerella,
abbandunata, senza manco un fiore;
pe’ segno, sulamente ‘na crucella.

E ncoppa ‘a croce appena se liggeva:
“Esposito Gennaro - netturbino”:
guardannola, che ppena me faceva
stu muorto senza manco nu lumino!

Questa è la vita! ‘ncapo a me penzavo…
chi ha avuto tanto e chi nun ave niente!
Stu povero maronna s’aspettava
ca pur all’atu munno era pezzente?

Mentre fantasticavo stu penziero,
s’era ggià fatta quase mezanotte,
e i’rimanette ‘nchiuso priggiuniero,
muorto ‘e paura…nnanze ‘e cannelotte.

Tutto a ‘nu tratto,che veco ‘a luntano?
Ddoje ombre avvicenarse ‘a parte mia…
Penzaje:stu fatto a me mme pare strano…
Stongo scetato…dormo, o è fantasia?

Ate che fantasia; era ‘o Marchese:
c’o’ tubbo,’a caramella e c’o’ pastrano;
chill’ato apriesso a isso un brutto arnese;
tutto fetente e cu ‘nascopa mmano.

E chillo certamente è don Gennaro…
‘omuorto puveriello…’o scupatore.
‘Int ‘a stu fatto i’ nun ce veco chiaro:
so’ muorte e se ritirano a chest’ora?

Putevano sta’ ‘a me quase ‘nu palmo,
quanno ‘o Marchese se fermaje ‘e botto,
s’avota e tomo tomo..calmo calmo,
dicette a don Gennaro:”Giovanotto!

Da Voi vorrei saper, vile carogna,
con quale ardire e come avete osato
di farvi seppellir, per mia vergogna,
accanto a me che sono blasonato!

La casta è casta e va, si, rispettata,
ma Voi perdeste il senso e la misura;
la Vostra salma andava, si, inumata;
ma seppellita nella spazzatura!

Ancora oltre sopportar non posso
la Vostra vicinanza puzzolente,
fa d’uopo, quindi, che cerchiate un fosso
tra i vostri pari, tra la vostra gente”

“Signor Marchese,nun è colpa mia,
i’nun v’avesse fatto chistu tuorto;
mia moglie è stata a ffa’ sta fesseria,
i’ che putevo fa’ si ero muorto?

Si fosse vivo ve farrei cuntento,
pigliasse ‘a casciulella cu ‘e qquatt’osse
e proprio mo,obbj’…’nd’a stu mumento
mme ne trasesse dinto a n’ata fossa”.

“E cosa aspetti,oh turpe malcreato,
che l’ira mia raggiunga l’eccedenza?
Se io non fossi stato un titolato
avrei già dato piglio alla violenza!”

“Famme vedé..-piglia sta violenza…
‘A verità, Marché, mme so’ scucciato
‘e te senti; e si perdo ‘a pacienza,
mme scordo ca so’ muorto e so mazzate!…

Ma chi te cride d’essere…nu ddio?
Ccà dinto, ’o vvuo capi, ca simmo eguale?…
…Muorto si’tu e muorto so’ pur’io;
ognuno comme a ‘na’ato é tale e quale”.

“Lurido porco!…Come ti permetti
paragonarti a me ch’ebbi natali
illustri, nobilissimi e perfetti,
da fare invidia a Principi Reali?”.

“Tu qua’ Natale…Pasca e Ppifania!!!
T”o vvuo’ mettere ‘ncapo…’int’a cervella
che staje malato ancora e’ fantasia?…
‘A morte ‘o ssaje ched”e?…è una livella.

‘Nu rre, ’nu maggistrato, ’nu grand’ommo,
trasenno stu canciello ha fatt’o punto
c’ha perzo tutto, ’a vita e pure ‘o nomme:
tu nu t’hè fatto ancora chistu cunto?

Perciò,stamme a ssenti…nun fa”o restivo,
suppuorteme vicino-che te ‘mporta?
Sti ppagliacciate ‘e ffanno sulo ‘e vive:
nuje simmo serie…appartenimmo à morte!”

The Blog

Panorama

Oggi come ieri,il bianco e nero,lascia alla mente la possibilita' d'immaginare.

PENSIERI IN PROSA

1° Abbiamo un bel panorama,ma spesso... manca l'acqua alla fontana

2° Abbiamo l'area buona ma...c'e' chi canta e c'e' chi suona

3° Larderia e' un bel paese ma...s'inbrattono le chiese

4° Larderia e' post moderna ma ...in certe strade ci vuole la lanterna

5° Abbiamo il monte Dinnammare ma...l'ecologia e' tutto da imparare

6° Abbiamo il ponte Gallo ma...il suo canto non risveglia, e' nullo

7° Larderia ha una bella gioventu' ma...i valori d'una volta non ci sono piu'

8° Larderia e' dei paesani ma...certe idee non sono sane

9° Abbiamo voglia di progredire ma...qualc'uno ha sempre da ridire

10° Abbiamo tutti la ragione del sapere ma...il parlare,il vedere,il sentire,spesso non si vuole avere.

PS.Nella mia prosa,non ci sono riferimenti o fatti di nessuno.....solo esprssioni di pensieri.

The Blog

Altri articoli...

Pagina 2 di 3

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la privacy policy>/i>.
To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information