22 ott, 2018

MailFacebookrss twitterYoutube

Un asteroide ha "sfiorato" la Terra. E noi non ne sapevamo niente

Notizie

Alle ore 14.44 del 2 marzo la terra è stata sfiorata da un asteroide di 40 metri di diametro che ha sfrecciato a 63.500 chilometri di distanza, il doppio della distanza in cui vengono collocati i satelliti geostazionari, ma avvicinandosi come mai nessun altro macigno cosmico aveva fatto dal 1973.

Se avesse toccato la terra l’effetto sarebbe stato quello provocato dall’asteroide, di simili dimensioni, che nel 1908 si abbattè nella regione Tunguska, in Siberia, che scatenò un esplosione equivalente a 1000 bombe atomiche come quella di Hiroshima e che distrusse oltre 200 chilometri quadrati di foresta. L’asteroide DD45, così è stato identificato dagli astronomi, era stato fotografato il 27 febbraio come una piccola stellina già visibile dai telescopi. Da lì il ‘tam-tam’ che ha portato gli scienziati di tutto il mondo a seguire l’evento odierno.

"L’ultimo macigno di questa grandezza - ha detto l’astronomo Peter Brown dell’Universtità dell’Ontario - era passato nel 1973. La prossima volta sarà quella dell’asteroide Apophis che, con il 2,9% delle possibilità, si abbatterà sulla terra". Pericolo scampato quindi, ma tra 20 anni ci sarà un nuovo brivido.

{mosgoogle center}

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento potresti acconsentire all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa --> approfondisci
.

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information